Seminario online “Brevi note sull’ignoto” – 11/05/2020

Lunedì 11 maggio, dalle 16:15 alle 18:30, nell’ambito dei seminari dei corsi di laurea in Scienze per la Pace e del Centro Interdisciplinare Scienze per la Pace (CISP), si terrà il seminario:

TITOLO: Brevi note sull’ignoto

RELATORE: Alessandro Volpi

DOVE: Aula virtuale Microsoft Teams. (Team 877ZW, codice del team è 9063aiz), I soggetti esterni all’università di Pisa che desiderino partecipare devono inviare una mail alla Prof.ssa Eleonora Sirsi (elonora.sirsi@unipi.it) o alla Prof.ssa Sonia Paone (sonia.paone@unipi.it)

QUANDO: lunedì, 11 maggio, ore 16:15
ABSTRACT: Il seminario affronta le conseguenze dalla pesantissima distruzione della capacità di produrre reddito generata dalla pandemia. Tali conseguenze determinano la necessità di una profonda revisione delle regole e del funzionamento delle politiche pubbliche che riguarda le singole statualità e soprattutto la dimensione europea. Il cambiamento scatenato dalla pandemia travolge anche la struttura stessa della globalizzazione così come si è definita a partire dal 2001 e, soprattutto, dopo la crisi del 2008, obbligando ad un radicale, e per molti versi ancora ignoto, ripensamento dei suoi tratti fondamentali.

Alessandro Volpi: docente di Storia contemporanea, di Storia del movimento operaio e sindacale e di Storia sociale presso il Dipartimento di Scienze politiche dell’Università di Pisa. Ha insegnato presso numerosi Master e corsi di perfezionamento in varie sedi universitarie italiane ed è autore di numerose pubblicazioni e articoli sulle tematiche della storia economica e dell’economia contemporanee. Collabora con il mensile Altreconomia e con il quotidiano Il Tirreno. È stato sindaco di Massa dal 2013 al 2018. Ha scritto “Mappamondo postglobale” (Altreconomia, 2008), “Una crisi tante crisi” (Pacini, 2009), “Sommersi dal debito” (Altreconomia, 2011), “La globalizzazione dalla culla alla crisi” (Altreconomia, 2013), “Fare gli Italiani, a loro insaputa. Musica e politica dal Risorgimento al Sessantotto” (Pacini, 2017).